Ispica

Ispica

Ad un altitudine di 170 metri dal mare, sul colle Calandra sorge la cittadina di Ispica, il primo paese appartenente alla città metropolitana di Ragusa, uscendo a Rosolini dall’autostrada A18 Messina-Siracusa.

Ispica, possiede una ricchissima storia ed è fulcro interessante per escursioni in trekking e passeggiate immerse nelle cave di tufo del territorio ibleo. Fino al 1935 la cittadina era pero’ chiamata “Spaccaforno” che venne poi sostituita con l’autorizzazione concessa Con Regio Decreto 6 maggio 1935 e pubblicato il 21 giugno successivo.

Il Territorio:
Ispica dista soli 7 km dalla costa di Santa Maria del Focallo, composta da una distesa di sabbia dorata finissima, mare cristallino e non troppo profondo, appartenente al Programma Bandiera Blu, un riconoscimento internazionale, assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, verso un processo di sostenibilità ambientale.

Altri luoghi interessanti da vedere sono:

  • il Parco archeologico della Forza, con scavi e reperti fin il 1692, e Cava Ispica, riserva naturale prossima a far parte del Parco nazionale degli iblei.

le riserve naturali:

  • dei Pantani,
  • del Maccone Bianco
  • dell’isola dei porri, uno scoglio meta di escursioni subacquee, situato a 2 km dalla costa.

Le Cave da scoprire:

  • Ad est, lungo la Cava Ispica, è attraversato dal fiume Busaitone, spesso in secca, le cui acque alimentavano, con il nome di Rio della Favara.
  • Parco della Forza, famosissimo non solo per i reperti e i resti trovati dopo il terremoto del Val di Noto, nè peraltro per la storia dell’antica Spaccaforno che vi abbitava, ma per il Presepe Vivente che ogni anno viene organizzato di notevole fascino e interesse storico-culturale.